siti

19 marzo 2012

Si vive

Si vive di particolari buttati nel mucchio per essere scovati.
Si vive della brezza che ti solletica il naso.
Si vive di un sorriso che arriccia gli occhi.
Si vive di bollicine sul palato.
Si vive di bottiglie piene per troppo poco tempo.
Si vive di riff e raff di batteria.
Si vive di melodie a farti eco nelle orecchie.
Si vive di sguardi estorti a sconosciuti.
Si vive di stupori rubati ai bambini.
Si vive di lacrime spacciate per allergie.
Si vive di incontri che hanno la memoria di una notte.
Si vive di occhiali neri, vestiti di troppa vita negli occhi.
Si vive di parole tatuate come monito nelle cervella.
Si vive di ricordi farciti di magoni.
Si vive di valigie, sempre troppo piccole.
Si vive di affinità così perfette da non essere confessate.
Si vive di "avrei potuto fare", "avrei potuto dire", "avrei potuto".
Si vive di sogni bramati a mezz'aria, a mezza bocca.
Si vive di istinti ruvidi.
Si vive di anime sudate.
Si vive di seduzione al ritmo di un battito di ciglia.
Si vive di mani corrose dalle carezze.
Si vive sperando che un grande sonno possa cambiare la vita.

Si vive di questo e di talmente tanto altro che solo al pensiero la vita mi esplode in un sospiro.

3 commenti:

  1. Si vive facendo tesoro delle parole altrui, a volte preziose come le tue!

    RispondiElimina
  2. concordo con frap76 :-)

    RispondiElimina